SXSW 2018: robot super carini che rubano lo spettacolo

Intelligenza artificiale affidabile, empatica e coccolona di gran moda

Incontra Chappet, il pulsante giallo parlante con una voce che i bambini adorano.

Può essere apposto su qualsiasi oggetto e ti consente di comunicare a distanza, oppure può comunicare per te. Quando percepisce che un bambino sta piangendo, Chappet inizierà a suonare ninne nanne per calmarlo e i genitori potranno parlare con il bambino tramite l’app iOS e Android.

Le applicazioni Black Mirror includono spaventare gli amici a una festa o intercettare una riunione negli stati in cui le intercettazioni sono legali. La durata della batteria è di 1,2 ore e l’app è compatibile con iOS 9.0 e Android 55.0+. Disponibile su Amazon per $ 54,99. Devo ancora provare quello che mi ha fornito l’azienda, ma sono riuscito a vedere questa demo allo stand, guarda qui.

Anche il comfortbot giapponese, Qoobo, il cuscino con la coda, era presente nello show floor, qui presentato mentre giocava con il cane robot di Sony, Aibo .

Geekazine si è innamorata di Qoobo al CES e ha seguito la sua strada verso il mercato. “Qoobo è attualmente disponibile per la vendita su Qoobo.com per $ 92, con consegna prevista per settembre”, ha affermato il CEO Shunsuke Aoki.

Altre attrazioni dello show floor includevano Rotanza, il robot ballerino:

Questo robot linguistico che aveva una linea piuttosto lunga:

E questa ruota dei premi sponsorizzata da GoHappy, un’app social per la pianificazione di raduni. Stavano regalando Goat Yoga e altre avventure. Ho vinto una carta regalo da $ 25 che non sono riuscito a utilizzare e non sono mai arrivata alle capre, ma la promessa di tutto ciò mi ha reso felice.

Nascosta in un angolo c’era una creperie nordica che regalava crepes gratuite e Anheuser-Busch aveva una stanza di fuga alla relativa Fiera del lavoro.

Con così tante cose da fare all’SXSW, lo show floor non ha deluso ed è stato un bel sollievo dai panel, dalle feste e dalle esibizioni.

Originariamente pubblicato su Geekazine, il 21 marzo 2018, da me!