Perché gli sviluppatori frontend dovrebbero utilizzare un CM headless

Quando il contenuto è fluido e relativo ai mezzi di comunicazione, i brand si concentrano spesso sul riutilizzo e sul riutilizzo dello stesso messaggio su più piattaforme. Con così tanti articoli, post, app e innumerevoli altri tipi di contenuti da monitorare, avere un buon CMS è più importante che mai.

Content Management System (CMS): uno strumento che aiuta gli utenti a creare, gestire e modificare i contenuti digitali.

Allo stato attuale, esistono diversi tipi di CMS:

CMS tradizionale

Un CMS tradizionale (spesso descritto come monolitico ) accoppia il frontend (il design di un sito web e il suo contenuto) e il backend (l’interfaccia utilizzata per creare i contenuti) in una singola applicazione che è prima web.

I fornitori di CMS come Wix, WordPress e Squarespace sono buoni esempi del modello tradizionale. Di solito richiedono l’uso di un framework o di un linguaggio specifico con tutto legato a un’applicazione specifica.

CMS disaccoppiato

Un CMS disaccoppiato ha un backend in cui il contenuto viene preparato per la presentazione e un frontend che può essere separato da quello. Il contenuto stesso può essere inviato per la consegna tramite un’API o un frontend integrato.

I dati dal back-end vengono sempre pubblicati da qualche parte, indipendentemente dal fatto che vengano effettuate o meno chiamate all’API. WordPress headless e Drupal con API REST sono un buon esempio del modello disaccoppiato.

CMS senza testa

Un CMS headless ha un backend in cui vengono preparati i contenuti e il gioco è fatto. Il contenuto e i suoi dati sono solo accessibili tramite chiamate effettuate all’API, sia REST che GraphQL. Il CMS headless non è dotato di un frontend o di un livello di presentazione integrato ed è il modo in cui funzionano i CMS più moderni come Strapi, Contentful e Sanity.

Nota : Headless CMS è un sottoinsieme di CMS disaccoppiato. La principale differenza tra i due è la presenza di un’interfaccia frontend opzionale nel CMS disaccoppiato e la completa mancanza di un frontend nel CMS headless.

I CMS tradizionali sono stati lo standard del settore per più di un decennio, ma i tempi stanno cambiando “. Con il contenuto che ora gioca un ruolo importante in ogni azienda moderna, qualsiasi CMS che blocchi gli utenti e limiti la possibile distribuzione del contenuto è fuori questione. Spesso è possibile creare una nuova soluzione interna che costringa i vecchi strumenti a lavorare con i problemi moderni, ma che richiede molto tempo e risorse.

D’altra parte, il disaccoppiamento del backend dal frontend con un CMS headless offre agli utenti la possibilità di espandere istantaneamente la portata dei propri contenuti e le piattaforme che possono servire. Quel pubblico esteso è una risorsa inestimabile per qualsiasi azienda che cerca di trovare nuovi segmenti di pubblico, utenti, clienti o persino clienti.

Perché i CMS headless sono ideali per gli sviluppatori frontend

Lavorare con un CMS era considerata un’operazione a stack completo e per la maggior parte della storia del CMS tradizionale è stato così! La configurazione di siti Drupal o WordPress su scala medio-grande richiedeva la conoscenza di server, richieste di routing, hosting del sito, manutenzione del sito e persino web design. Ci sono molti lavori pesanti coinvolti nel CMS tradizionale, rendendo la barriera all’ingresso per gli sviluppatori di frontend piuttosto elevata.

Con il CMS headless tutto è cambiato.

I CMS headless hanno chiaramente molti vantaggi, soprattutto per tutto ciò che è interessato alla gestione professionale dei contenuti. Restringere questi aspetti positivi a pochi evidenzia davvero come un CMS headless abbia a cuore gli interessi degli sviluppatori frontend.

Alcuni di questi ottimi esempi:

Prestazioni e sicurezza migliori

I CMS tradizionali possono essere lenti e complicati da gestire e sono famigerati per le loro grandi basi di codice. Tutto quel codice è necessario per mantenere correttamente funzionanti sia il frontend che il backend. Gli sviluppatori di frontend noteranno immediatamente come Headless CMS abbia una base di codice notevolmente più piccola, traducendosi comodamente in vettori di attacco meno dannosi.

Il CMS headless in genere fornisce contenuti tramite un’API di sola lettura senza database da proteggere. Per aggiungere a ciò, molti CMS headless consentono l’integrazione di una CDN ad alte prestazioni invece di accedere direttamente al database, riducendo ulteriormente i rischi di violazioni o attacchi come un DDoS (Direct Denial of Service).

Migliore esperienza per gli sviluppatori

Per gli sviluppatori frontend, dover immergersi in codice complesso e capire come vengono presentati i dati può essere difficile e richiedere molto tempo. Quando le tue competenze di base sono più allineate con il design artistico utilizzando HTML, JavaScript e CSS, è normale desiderare di poterle utilizzare.

Con un CMS headless, i team di frontend possono concentrarsi completamente sull’estetica visiva, l’esperienza utente e l’accessibilità del sito Web, semplificando l’intero processo di sviluppo front-end. È davvero un approccio basato sullo sviluppatore in cui il contenuto viene fornito nella sua forma più grezza per dare agli sviluppatori la possibilità di scegliere il modo in cui i dati vengono infine presentati.

Come bonus aggiuntivo, gli sviluppatori non devono preoccuparsi di tutti gli infiniti aggiornamenti di sicurezza e altri problemi di manutenzione che derivano dall’utilizzo di un CMS tradizionale come WordPress o Drupal.

Scalabilità migliorata

Avere il frontend e il backend disaccoppiati significa poco o nessun tempo di inattività. Ciò consente una maggiore personalizzazione, scalabilità e aggiornamenti senza interruzioni senza compromettere le prestazioni o l’usabilità. La maggior parte dei CMS headless sono ospitati dal provider, tuttavia alcuni come Strapi o Forestry forniscono opzioni di auto-hosting. In ogni caso, molti sviluppatori trovano l’architettura headless più facile da mantenere.

Indipendenza dal frontend

I modelli sovrautilizzati del CMS tradizionale sono spesso difficili da modificare, costringendo gli strumenti obsoleti a limitare il design del tuo frontend. Alcuni ti fanno utilizzare HTML o CSS in modi incredibilmente specifici per soddisfare i severi requisiti del CMS. In breve, pochissimi CMS tradizionali consentono al tuo frontend di essere completamente indipendente.

Il CMS headless, tuttavia, fornisce contenuti tramite un’API e offre agli sviluppatori di frontend una scelta conveniente per come vogliono costruire il loro frontend e quali framework vogliono utilizzare. Ciò aiuta quindi gli sviluppatori di frontend a creare e progettare siti Web che corrispondono alla loro visione artistica. Con la popolarità di JAMstack, non c’è da stupirsi che questa si sia dimostrata una scelta popolare tra gli sviluppatori che hanno un gran numero di siti statici tra cui scegliere.

Più flessibilità

L’approccio Headless CMS consente agli sviluppatori di utilizzare con facilità CMS o fonti di contenuto differenti, pur utilizzando lo stesso approccio di frontend disaccoppiato. Ciò significa che progetti simili possono essere estesi ed esportati in progetti completamente diversi e funzioneranno immediatamente con il minimo sforzo. Non importa quale linguaggio di programmazione o framework utilizzi, il CMS headless si integra con qualsiasi base di codice. Gli sviluppatori non sono più costretti a conformarsi al CMS con un CMS headless!

In passato, cambiare CMS significava ricostruire l’intero sito da zero, non solo non è molto efficiente, ma ho sempre pensato che dovesse esserci un modo migliore per fare le cose. Se il tuo frontend è separato dal tuo CMS, la flessibilità di cambiare CMS mantenendo quasi tutto il tuo codice frontend è inerente alla piattaforma. Tutto quello che devi fare è aggiornare la fonte di contenuto.

Migliore localizzazione

A differenza del CMS tradizionale che dispone di un processo complicato per la localizzazione, l’approccio solo API di Headless CMS consente ai contenuti di più regioni in tutto il mondo di esistere simultaneamente e offre la flessibilità di cambiare programmaticamente la lingua della risposta di una chiamata API in base al intestazione.

Ciò consente agli sviluppatori di frontend di concentrarsi sulla visualizzazione dei dati indipendentemente dalla lingua necessaria con una configurazione minima o nulla. CMS come GraphCMS e Strapi sono dotati di questi tipi di funzionalità di localizzazione integrate.

Time-to-Market più rapido:

La natura disaccoppiata dei CMS headless significa che i tuoi contenuti e i team di sviluppo possono lavorare in parallelo, accelerando la produzione e permettendoti di riutilizzare e combinare i contenuti secondo necessità. Questo stile di lavoro significa che i creatori di contenuti non devono preoccuparsi di come i diversi frontend visualizzano i loro contenuti e gli sviluppatori di frontend non devono andare avanti e indietro con i team di contenuti per perfezionare il modo in cui i contenuti vengono visualizzati.

Con un CMS headless, il processo inizia assicurandosi che tutto sia visualizzato correttamente per come viene consumato il contenuto. Creare il sito web giusto in modo rapido e semplice è semplicemente una questione di soddisfare le esigenze di un determinato pubblico. Ciò riduce notevolmente la quantità di tempo necessaria a un sito web per arrivare sul mercato, assicurando inoltre che tutti gli utenti possano accedere ai tuoi contenuti.

Spero di aver fatto luce sul motivo per cui tu come sviluppatore frontend dovresti utilizzare un CMS headless. Con così tante opzioni disponibili, a volte può essere difficile decidere quale sia la scelta migliore. Fortunatamente, la gente di Headless CMS ha compilato un elenco di CMS headless che viene aggiornato regolarmente. Quindi, se stai cercando un modo per entrare nel futuro della gestione dei contenuti, questo è un ottimo posto per iniziare il tuo viaggio.

Qual è la tua funzione CMS headless preferita? Fammi sapere sul mio Twitter

Se l’articolo ti è piaciuto, assicurati di twittarlo