Le cose migliori che ho sentito, vol. 2

Una serie continua di aneddoti su versi divertenti, strani o significativi che ho sentito nel corso della mia vita.

Dichiarazione di non responsabilità: alcune delle cose che potresti leggere sono di natura totalmente inappropriata, quindi se una buona battuta inappropriata è qualcosa che non puoi gestire, potresti voler scorrere oltre questa serie.

Quando avevo 15 anni, uno dei miei migliori amici era un ragazzo che viveva dietro l’angolo di casa mia, come la maggior parte dei bambini. L’avevo incontrato alcuni anni fa, quando eravamo più giovani, ma si è trasferito e poi è tornato indietro ed è stato allora che ci siamo avvicinati. Avevamo davvero solo 2 cose in comune nei due diversi momenti in cui ci siamo conosciuti:

Dustin era una specie di quelli a cui non avrei dovuto guardare molto in quel momento, ma l’ho fatto comunque. Era divertente, piuttosto affascinante in un modo strano, ed era senza paura da morire. Era anche una specie di piantagrane, ma non un tipo sfacciato. Era più come il ragazzo da cui non te lo aspettavi e diceva sempre cose fuori dal comune. Una volta i miei genitori mi dissero che avrebbero invitato degli ospiti a cena e che avrei potuto invitare qualcuno se volevo. Ho invitato Dustin, ovviamente, e lui è stato molto tranquillo per la maggior parte del pasto. A un certo punto, i miei genitori e i loro amici avevano un argomento di conversazione in corso, ed essendo i ragazzi adolescenti che eravamo, non avevamo prestato loro molta attenzione. Di punto in bianco, mio ​​padre ha chiesto a Dustin quali fossero i suoi pensieri e Dustin, non avendo la più pallida idea di cosa stessero parlando, si è guardato intorno e ha detto:

“Donne. Non posso vivere con loro e non stanno nel forno. “

Non sono sicuro di aver mai visto un gruppo di adulti ridere così forte come quel giorno.

Ci saranno sicuramente altri Dustin in arrivo in questa serie. Restate sintonizzati.

Grazie per aver letto! Qual è la cosa migliore che tu abbia mai sentito?