L’assenza di fede

La paura diventa irrazionale e ci invade quando la fiducia è assente. La fiducia è il vero significato della fede. Le nostre paure si attenuano quando ci fidiamo. La paura ci governa quando non crediamo che la nostra vita abbia uno scopo più alto.

Questo è certamente vero per me. Il modo in cui penso e mi comporto diventa dominato dalla paura ogni volta che ho momenti di dubbio. Non dubbio in termini di pensiero critico, ma dubbio in termini di dimenticare che la mia vita ha uno scopo più alto. Non si tratta di mera sopravvivenza.

La mia paura più grande era quella di andare all’inferno. Quella paura ora è svanita, perché non credo che un simile destino attenda nessuno di noi. Quel Dio è molto più amorevole di così. In altre parole, ho avuto una rivelazione dell’amore di Dio che ha creato un profondo livello di fiducia.

Di tanto in tanto ho ancora dei dubbi momentanei su Dio. Ma ora quel dubbio non è una paura dell’inferno, ma una paura della non esistenza. In altre parole, a volte ho dei dubbi sull’esistenza di un’aldilà. Invece di una paura dell’inferno, è una paura che il paradiso potrebbe non esistere.

In fondo non credo che non esista l’aldilà. Ma ci sono momenti di dubbio, quando la paura di non avere importanza mi afferra. È naturale, dal momento che viviamo in uno stato di esistenza così vulnerabile. E poiché Dio, il paradiso, l’aldilà ci sono noti intuitivamente. Mentre praticamente tutto ciò che conosciamo in questa vita viene vissuto in modo più diretto (possiamo vederlo, mangiarlo, toccarlo, ecc.).

Possiamo vincere quella paura affidandoci alla nostra intuizione più profonda. Confidando che nella vita ci sia di più di quanto sembri. Che significa qualcosa. Qualcosa di molto speciale. Qualcosa di difficile da tradurre in parole. Qualcosa di difficile da indicare. Ma sappiamo nel profondo del nostro cuore che deve essere vero. Confidiamo che Dio esista in qualche modo e che le sue intenzioni (uso quel pronome liberamente) siano buone. Anche se ci sono molte cose che non capiamo.

È arrendersi a qualcosa di più grande di noi stessi. Questo è ciò che significa avere fede. È qui che troviamo la vera fiducia con cui vivere. Va più in profondità delle capacità fisiche o intellettuali. Va più in profondità della nostra capacità di ragionare. In sostanza, significa che abbiamo fiducia nell’amore divino. Un amore che ama senza condizioni.

Una volta che ci radichiamo in quella realtà, la paura viene eliminata. Torna sempre. Tornerà sempre a trovarci, per chiederci se siamo sicuri che la vita non sia priva di significato, dopotutto. Se siamo sicuri che Dio è buono. Se siamo sicuri dovremmo sempre fare tutto il necessario per sopravvivere. Se siamo sicuri di non dover prendere in mano la situazione più spesso.

Ritorna perché lasciamo la porta aperta perché torni. Lasciamo spazio perché possa scivolare dentro. Ciò accade quando non siamo consapevoli. Quando vediamo la verità, ma poi scappiamo da essa. Quando permettiamo alla nostra mente di allontanarsi dal presente.

Ho detto che la paura è l’assenza di fiducia. Ma più specificamente, la paura è l’assenza di fiducia in Dio, che ci ama più di quanto noi amiamo noi stessi.

Per ricevere altri post come questo, visita <”LivingWithConfidence.net e iscriviti. È gratuito.