La cattiva stampa non significa la fine: cosa può fare la tua azienda per recuperare

Immagina che Internet e la stampa siano in fermento per le notizie sulla tua azienda che sta fallendo. Forse è qualcosa di minore, ma imbarazzante, come un’immagine mal interpretata su un annuncio o un testo con errori di ortografia. Forse è qualcosa di molto più grave, come incidenti che sono legati a lesioni o che hanno un impatto legale a lungo termine.

La cattiva stampa è un crocevia per un’azienda o un marchio, che devono attraversare periodicamente. Con i passi giusti, le aziende possono riprendere le basi e potenzialmente ottenere ulteriore avviamento. Tuttavia, una cattiva gestione del problema danneggerà la percezione del pubblico, forse in modo permanente.

I membri del Forbes Coaches Council discutono su cosa fare nel caso in cui il nome del tuo brand sia al centro di un incubo di pubbliche relazioni.

1. Prenditi del tempo per parlare con i tuoi collaboratori

Un grave errore che le aziende commettono durante una crisi è dimenticare di comunicare con i propri dipendenti. Non metterti così sulla difensiva da confondere la tua gente sulla verità e sui problemi. Prendendoti il ​​tempo per coinvolgere la tua comunità interna, attivi i tuoi consulenti interni per aiutarti a creare soluzioni e allineare la tua esperienza del cliente con il tuo messaggio di leadership. –Meredith Moore Crosby, Leverette, Weekes & amp; Company, Inc.

2. Esci immediatamente

Uscire subito è importante; in caso contrario, i consumatori pensano che ti stai nascondendo. Una dichiarazione di riconoscimento, “Questo è successo e arriveremo alla fine”, dovrebbe verificarsi immediatamente. Una volta valutati i fatti, è necessario agire. Non c’è tempo per negare, evitare o sperare che svanisca. I leader affrontano i loro problemi a testa alta. –Sandi Leyva, Sandra L Leyva Inc.

3. Evita la comunicazione tormentata

Come si è visto nella storia recente, sfuggire alla cattiva stampa può essere difficile, date le giuste circostanze. Anche ancora, un’azienda può emergere sviluppando una strategia di comunicazione platino. Una componente fondamentale è evitare la comunicazione tormentata. Essere veloci non significa essere competenti. La messaggistica deve riflettere le priorità chiave e il pensiero coeso prima di essere diffusa al pubblico. –Karima Mariama-Arthur, WordSmithRapport

4. Possedilo

Se commetti un errore, la cosa migliore che puoi fare è ammetterlo, assumerti la responsabilità e chiedere scusa. Il pubblico colpisce solo coloro che rifiutano di assumersi la responsabilità e aggiustare le cose. Per l’incidente in cui un passeggero è stato trascinato giù da un volo dello United, il team PR dello United non è uscito e ne è stato all’altezza, è uscito e ha passato il dollaro. Il pubblico odia le aziende che lo fanno. –Ryan Stewman, Hardcore Closer LLC

5. Riconosci la cattiva stampa, quindi agisci di conseguenza

In primo luogo, riconoscere la cattiva stampa. Successivamente, in caso di errore, chiedi scusa, risolvi il problema, trasmetti la correzione e monitora incessantemente in modo che il problema non si ripresenti. Se non è colpa sua, contrasta con i fatti apertamente, onestamente e civilmente. Le idee sbagliate devono essere corrette. Se non vengono corretti, possono essere facilmente interpretati come fatti. Infine, investi in PR positive per conto tuo; scoraggerà la cattiva stampa. –Gaurav Bhalla, Knowledge Kinetics

6. Sii umile

Sii umile. Che sia meritata o meno, la cattiva stampa è un’opportunità per riflettere su prospettive esterne, anche quando punge il nostro orgoglio. Considera il motivo dietro la stampa. Se è in linea con i tuoi obiettivi e il tuo marchio, apporta delle modifiche. Se il cambiamento non è appropriato, tuttavia, rispondi sempre con umiltà e mansuetudine: tutti guardano la tua risposta. Nessuno vuole un leader orgoglioso o comprare da un’azienda arrogante. – Kelly Meerbott , Tu: ad alta voce & amp; Cancella

7. Rispondi con trasparenza quando colto alla sprovvista

A volte un’azienda viene colta alla sprovvista e i media si accorgono di qualcosa che non è noto ai funzionari dell’azienda. In questo caso l’azienda dovrebbe rispondere immediatamente e con trasparenza, anche se la risposta è far sapere al pubblico che la questione è oggetto di indagine. Quindi, è importante seguire in modo proattivo le informazioni accurate per creare credibilità e ripristinare la fiducia. –Barbara OMalley, Exec Advance LLC

8. Prendi in considerazione l’adozione di un’iniziativa di responsabilità sociale

La posizione della tua azienda e il carattere di leadership saranno misurati dalle azioni una volta che sono state rilasciate delle scuse o una dichiarazione. Considera l’adozione di un’iniziativa di responsabilità sociale o crea una campagna di lavoro in cui fai qualcosa di buono per superare l’ingiustizia. La chiave è riconquistare e ricostruire la fiducia dei consumatori, dei dipendenti e del pubblico. Investire in un continuum contro uno sforzo una tantum. –LaKisha Greenwade, Lucki Fit LLC

9. Ridurre la cattiva stampa su Internet

La gestione della reputazione è fondamentale. Non è facile “farlo sparire” online. Pulisci le pagine biz, come Yelp e Facebook, ecc. Sii onesto ma positivo riguardo alle recensioni negative. Chiedi ai proprietari del sito di rimuovere i contenuti dannosi. Potrebbero! Seppellisci i cattivi risultati creando buoni contenuti che lo superano sui motori di ricerca. Si tratta di ricerca: fai in modo che la cattiva stampa venga spinta a pagina due, tre o oltre, ed è improbabile che le persone lo vedano. –Victoria Ipri, impara velocemente LinkedIn

10. Non esistono pubbliche relazioni così negative

Non esistono cattive pubbliche relazioni, solo risposte scadenti. Quando accade qualcosa che si riflette negativamente sulla tua azienda e la tua risposta ha più a che fare con il tuo aspetto che con il rispetto della promessa fatta al tuo cliente o più con il salvarti da ripercussioni legali che con il fare ciò che è giusto, questa è una risposta scarsa. E nessuno ne rimarrà colpito. Invece, sii fedele alla tua promessa, sii empatico con il tuo cliente e sii un mensch! –Debra Russell, Debra Russell Coaching, LLC

Questo articolo è apparso per la prima volta su Forbes.