Gli elettori saranno in grado di utilizzare COVID-19 come “scusa” per ottenere una votazione per assente in autunno?

Siamo rimasti sbalorditi dal numero di persone, in particolare i giovani, che oggi hanno twittato cose come “Tutti devono inviare per la votazione per assenti ora!”

Aggiornamento (5/27): la Corte Suprema del Texas ha appena stabilito che la mancanza di immunità a COVID-19 non è una ragione sufficiente per richiedere un assente voto in quello stato. Mi dispiace tanto, dovrai presentarti di persona lì. Il presidente Trump prontamente ha definito la decisione una “grande vittoria” . Ora, le persone che sono a rischio dimostrabile di contrarre il Coronavirus possono inviare per una votazione per assente, ma con il procuratore generale del Texas che ha promesso di perseguire in modo aggressivo le false dichiarazioni di ciò, non sono sicuro che sia una strada che molte persone prenderanno. p>

Questo sembra essere una risposta a 3 cose:

Abbiamo e rosso molto di quello già nella nostra storia dal titolo: “No Vote For You!”

Quindi oggi vogliamo guardare al futuro: il 3 novembre, per la precisione. Giorno delle elezioni.

Inviare subito le schede per gli assenti? In realtà, in molti stati puoi già farlo. La Florida, ad esempio, ti consente di partecipare a una votazione per corrispondenza per qualsiasi elezione che si terrà nell’anno solare in corso e non devi fornire una motivazione.

In effetti, la maggioranza degli stati ha già quello che viene chiamato voto per assente senza scuse, o voto per corrispondenza. In effetti, alcuni stati hanno solo il voto per corrispondenza. Non potresti andare alla cabina elettorale e “mostrarti con orgoglio” come ama dire il presidente, anche se lo volessi.

Immaginiamo che potrebbe cambiare. Non è probabile nella maggior parte dei casi. Ma gli stati controllano ancora le circostanze e i meccanismi delle elezioni, quindi se un gruppo di legislatori da qualche parte volesse compiacere il presidente e rendere il voto non di persona più restrittivo, potrebbero farlo.

Ma supponiamo che non succeda molto e concentriamoci invece sull’1 / 3 circa degli stati in cui devi ancora avere una scusa valida per non presentarti di persona alle urne il giorno delle elezioni. Ed è un crimine se menti al riguardo. A New York, ad esempio, se vuoi ottenere una votazione per assente, devi giurare di essere assente il giorno delle elezioni, o di avere una malattia o una disabilità temporanea o permanente. E sebbene stati diversi abbiano una serie di scuse accettabili diverse, l’assenza dalla contea in cui si vota e la malattia o la disabilità sono comuni a tutti loro.

Quindi “malattia o disabilità” include una minaccia COVID-19 attiva? O un trauma da COVID-19? O un allontanamento sociale che potrebbe essere necessario per impedirti di contrarre il Coronavirus?

Sulla maggior parte delle domande di voto per assente negli stati che richiedono una scusa, è sufficiente selezionare una casella per “malattia o disabilità”; non devi dire con precisione quale sia la malattia o la disabilità, anche se devi giurare, pena la legge, che non stai mentendo.

Il Governatore di New York Andrew Cuomo, ha emesso in modo ragionevole un Ordine Esecutivo che autorizza COVID-19 come motivo per ottenere un voto per assente nelle prossime primarie di giugno a New York. Ma cosa succederebbe se New York avesse una legislatura controllata dai repubblicani come il Wisconsin? Lo avrebbero contestato in tribunale? E in Wisconsin, ora abbiamo visto abbastanza chiaramente che la Corte Suprema non vuole avere nulla a che fare con rimedi creativi e di buon senso: aspettati che siano davvero severi indipendentemente dal mondo attuale follemente sconvolto.

Abbiamo inviato e-mail avanti e indietro con un gruppo di esperti di diritto elettorale ed esperti di voto oggi sul fatto che COVID-19 potesse automaticamente qualificare le persone per le votazioni per assente e le risposte che abbiamo ottenuto sono state piuttosto uniformi e non del tutto rassicuranti. Si riduce a:

Dipende dallo stato .”

E cosa decide di fare lo stato in particolare. Ciò che quello Stato decide di consentire. E anche quanto è incline quello stato a prepararsi, gestire ed elaborare quella che in ogni caso sarà un’ondata senza precedenti di voti assenti.

Un consulente politico che abbiamo contattato ha spiegato:

Dove i Democratici sono al potere e possono tenerlo lontano da un tribunale federale conservatore, possono ottenerlo. Laddove il GOP può sovvertirlo, attraverso il potere nella Camera dello Stato o attraverso una magistratura conservatrice, otterrà ciò che vuole “.

E ha concluso:

Il problema è che la gente lo vede come una lotta di parte invece di quello che è realmente: vita contro morte .”

Poiché è più che probabile, in autunno, gli stati dovranno farlo più grande di quanto abbiano mai fatto prima e dovranno farlo più a destra di quanto abbiano mai fatto prima. Altrimenti, gli scenari da incubo non sono così poco plausibili. E non stiamo parlando del preferito del presidente: la frode degli elettori qui. In effetti, l’unico grande caso di frode degli elettori che possiamo ricordare riguardante le schede elettorali per corrispondenza è stato perpetrato dai repubblicani e ha portato a una ricostituzione.

Più probabile?

Quindi, anche se speriamo che la maggior parte degli stati consentirà “scuse” relative a COVID-19, forse alcuni non lo faranno. E anche allora, quei tipi di decisioni – in entrambi i casi – dovranno probabilmente resistere alle sfide del tribunale prima di poter essere pienamente attuate, il che potrebbe lasciare le commissioni elettorali bloccate per lunghi periodi di tempo, o costrette ad accendere un centesimo vicino o o anche dopo il giorno delle elezioni.

Quindi, sfortunatamente, come ci ha mostrato l ‘”anteprima” di questa settimana in Wisconsin, molto del fatto che le persone possano consegnare i loro voti per posta o meno, in alcuni punti probabilmente molto chiave, sarà dettato dalla politica, e i tribunali, non la ragionevolezza.