Filosofia di un’anima spezzata

E se accadesse l’incredibile, quel momento nella vita di una donna in cui le favole diventano reali. Quando le storie raccontate durante l’infanzia prendono vita davanti ai tuoi occhi diffidenti e colpite dalla freccia di Cupido, cadi.

Forse trovi quel momento una volta nella vita il bacio che ferma il mondo; quando Afrodite tocca la tua anima, il tuo essere infiammato con un dono d’amore. Quando incontri qualcuno che ti riempie di sensazioni così grandi che sai di poter gestire tutto ciò che il destino ti lancia.

Tutto ciò che è tranne la distruzione di quell’amore …

Th Gli dei hanno un modo divertente di mettere alla prova le persone ripetutamente finché le pedine non crollano.

Stufo, non giocherò più. Onnipotente Zeus, ti maledico adesso.

Stanco: non voglio altro che dormire; i sogni portati a un’anima inquieta da Morfeo, suo padre Hypnos, guidano il suo cuore a dormire.

Visioni silenziose di amore donato incondizionatamente, strappato via da Phobetor. Lacrime che scorrono senza fine, bambino che piange in lontananza senza sapere come fermare tutto.

Quindi, smettila, chiudili tutti fuori. Non puoi sentire il dolore, se non provi amore e così la mia vita, il mio amore finisce qui con te.

Muoviti nella vita giorno per giorno … felice di quello che sei (così affermi), grato per i doni che gli dei ti hanno concesso ma infranto dai giochi a cui hanno giocato troppe volte.

Un’anima sconvolta, distrutta dall’amore di un uomo portato via da quello che doveva fare. È una storia ripetuta.

Lasciato per sempre rotto, non disposto a riprovare. Volendo guarire senza cicatrici che dureranno per sempre. Alcuni dicono che si sente troppo dura, troppo profonda – non è in grado di lasciarsi andare. Non la conoscono, perché se lo sapessero vedrebbero non un bambino fragile incapace di salutarsi, ma una donna distrutta da infiniti conti di dolore.

Distrutto dai giochi degli dei, in attesa di Nemesis, in attesa di vendetta …

La filosofia dell’anima è vera, non ti vogliono “non ti vorranno mai” le sue parole ossessionanti … tu sei solo un giocattolo, una pedina in questa vita per loro.

Rotto – buttato giù sul pavimento di marmo

Pezzi di porcellana in frantumi sparsi nel vento, cuore puro … l’amore brillava luminoso, attenuato.

Pezzi mancanti che gli dei devono ora trovare: gioca al mio gioco, rimettimi insieme di nuovo.