Dieta prostatite: frutti di mare da evitare

La prostatite si riferisce alle condizioni della prostata come risultato di una varietà di fattori scatenanti complicati, con dolorabilità delle vie urinarie e dolore pelvico costante sin dalle principali manifestazioni mediche specialistiche, ed è una sorta di condizione in urologia.

I pazienti con prostatite dovrebbero osservare la dieta quotidiana, in modo da non provare mai a mangiare cibi inappropriati per esacerbare la condizione. Liang Donghui, dottore chiave del professionista medico MTC presso il centro medico Zhujiang della parte meridionale dell’Health care College, ha affermato che a causa di una relazione quasi romantica tra prostata e zinco, i malati dovrebbero consumare alimenti meno ricchi di zinco come il pesce.

<”Exc pesce essenziale innesca la prostatite

Dato che lo zinco ha una “stretta relazione” con tutta la prostata, i frutti di mare presentano un materiale con un contenuto di zinco più elevato insieme a un materiale con un alto contenuto di proteine. Inoltre, le proteine ​​necessarie dei molluschi (come ranuncoli, molluschi freschi, ecc.) E dei crostacei (compresi gamberetti e granchi) sono generalmente preteine ​​eterologhe, che potrebbero causare allergie nella zona della pelle a individui con costituzione allergica.

Un’assunzione eccessiva attiverà la condizione, causando la congestione cellulare e l’edema, irritando la risposta infiammatoria della prostata. Inoltre, i frutti di mare, in particolare i crostacei, normalmente contengono molto stronzio, che viene decomposto per produrre acidità urica. Pertanto, l’aumento della soluzione di acido urico dal flusso sanguigno può anche essere tra i fattori alla base della prostatite.

In accordo con i due dettagli precedenti, anche se i frutti di mare sono pieni di zinco, possono causare molti più problemi durante l’integrazione di zinco, che sembra non valere la candela. Questo è il motivo principale per cui chi soffre di prostatite non deve provare a mangiare pesce e crostacei.

Come puoi curare la prostatite?

Per il trattamento della prostatite, troverai generalmente terapia medica, procedure chirurgiche, terapia fisica, rimedi terapeutici cinesi e così via. Puoi ottenere la formulazione TCM pillola diuretica e antinfiammatoria per il metodo di trattamento radicale. Può riparare la prima elasticità e adattabilità delle ghiandole, quindi favorire la circolazione del sangue per contribuire al microcircolo e fornire i nutrienti, affinché il funzionamento della prostata torni alla normalità.

Naturalmente, anche la dieta è molto importante. In caso di prostatite, dovresti escludere le bevande alcoliche e mangiare cibi meno zuccherini, acidi o caldi e piccanti. Si consiglia di mangiare molti più pasti che sradicano la temperatura e nutrono Yin e polmoni, ad esempio giglio, riso glutinoso, miele, arachidi, igname rinfrescante, funghi di colore bianco, canna da zucchero e altri oggetti morbidi e umidi, l’effetto diuretico e l’attenuazione della stranguria, possono eliminare molto il calore e l’umidità, disintossicare e svolgere un ruolo nell’inibire il dolore.